13 febbraio 2014

Austenland - Alla ricerca di Jane


Dopo la delusione che molte fan della Austen hanno sperimentato guardando Death comes to Pemberly, ecco che un altro adattamento di un libro delude profondamente. Purtroppo è una dura realtà che non sempre il merito viene premiato e che non sono i sequel migliori ad essere scelti ma quelli che potrebbero, tramite un'adeguata operazione di marketing, rendere di più.

Come per lo sceneggiato BBC non ho letto il libro ed ho deciso di non farlo perché se l'adattamento, che pur si prende le sue libertà, è così scadente, il libro non sarà meglio.


La protagonista della storia è Jane (guarda caso), una ragazza ossessionata da Orgoglio e Pregiudizio e sopratutto da Colin Firth, che vuole rappresentare al grado più estremo il fanatismo di molte ragazze in giro per il mondo (che poi sinceramente, io ho trovato l'attore migliore ne Il discorso del re che con la camicia bagnata! Ma sono gusti! :P). Questa ragazza, che poco ha dell'eroina austeniana Elizabeth Bennet, si reca a fare una vacanza a tema austeniano. Fin qui tutto ok, peccato che il posto offra un servizio di "mr Darcy"-attori che fingeranno di avere con le ospiti una storia d'amore. Questo è stato il brutto del film secondo me, passi per tutte le prese in giro e lo squallore mostrato da certi comportamenti ossessivi, ma creare delle macchinazioni non lo vedo proprio in linea con lo stile della Austen.

Tornando alla trama, ecco che la ragazza, stufa di vivere in questo mondo regency, decide di guarire e di donarsi una bella storia d'amore con il giardiniere, peccato che anch'egli è un attore! Il film regalerà ovviamente un lieto fine agli spettatori in cui uno dei personaggi, Mr Nobley, si dichiarerà alla protagonista. Peccato che la storia dell'innamoramento tra i due sia stata poco sviluppata e non abbia emozionato.


Menomale che c'era il personaggio di Miss Charming, interpretato da Jennifer Coolidge, che ha dato una verve comica a tutto il film ed ha evitato allo spettatore di alzarsi ed abbandonare il cinema.

Sarebbe meglio, piuttosto che pensare a Darcy, che diciamolo, i suoi difetti li ha anche lui!, cercare di ispirarsi alla sua creatrice, Jane Austen, che in tempi così difficili per le donne è riuscita a sfidare la società con il suo modo di fare e coronando il suo sogno di essere una scrittrice...e se è tra le più lette ancora oggi un motivo ci sarà...

Il trailer del film
video

Voto: 2/5

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...